Giovanni Maria Incorpora

Giovanni Maria, nato a Linguaglossa (Catania), si laurea a Padova in ingegneria elettronica. Sposa a Firenze Rossella, psicologa e si trasferisce a Milano dove il suo iter lavorativo presso un’Azienda energetica spazierà dalle telecomunicazioni all’informatica, dal trasporto alla distribuzione dell’energia.

Poi, un giorno, sulla strada di Firenze, s’accorge che gli ancestrali richiami del cuore, apparentemente sopiti per anni, lentamente ma decisamente lievitano. E sciacqua i suoi panni tra il Po e l’Arno, tra la sua sicula Alcantara e il Niger: l’antica arte africana è riuscita ad innescare il cuore. Incorpora ha scritto su argomenti culturali di riviste a livello nazionale quali “Scena illustrata” di Roma, “Calabria sconosciuta” periodico calabrese di cultura e turismo, “Rivista pediatrica siciliana” dell’Università di Catania, quotidiani vari. Collabora con il periodico “Frontiere”di Milano.

Ha pubblicato recentemente: Narrare l’arte africana – Emozioni d’antiche etnie (anche in edizione francese) per la casa editrice Harmattan. Per Polaris ha realizzato il volume “Sculture d’Africa: guida all’arte tra miti e culture”.