Massimo Rossi

Massimo Rossi (Lucca 1957) ha compiuto numerosi viaggi in solitaria e realizzato progetti sanitari avanzati nella foresta amazzonica. Nel 2000 pubblica il suo primo libro, Pioggiafangomerdasoleblues, un’Amazzonia senza Sting, testimonianza di una aspra realtà di “sacrificabili” lontani da battaglie socio-ecologiche alla moda (diventerà un best-seller underground da 54.000 copie). Nel 2011 seguirà Etiopia, Saggio di un outsider a tempo determinato, resoconto di un duro viaggio sulle tracce della ottocentesca esplorazione Bòttego, in mezzo a popolazioni sospese tra la nostra epoca e l’origine della storia; nel 2012 esce l’e-Book Percorrenze, fortunato esordio nella scrittura breve con testi scarni e quasi onirici; diversi suoi racconti sono inseriti in silloge o riviste (es. ne Il filo della dorsale. 40 racconti sull’identità o sul settimanale Left Avvenimenti). Un presente di scrittore/viaggiatore/fotografo – recenti i suoi percorsi in Tibet, Nepal, Nord Africa, Patagonia – affascinato dalle culture altre, dalle loro strutture societarie e dalla loro storia.

I suoi libri

17,0016,15
eBook
5,995,69